Login

Trasporto pubblico acquatico sostenibile: la prossima grande conquista della mobilità intelligente?

7 aprile, 2021
By The Explorer
WaterborneTransport_hero_cropped.jpg

Hydrolift Smart City Ferries

Quasi tutte le grandi città hanno problemi di congestionamento del traffico. Alcune aziende norvegesi credono di aver trovato una nuova soluzione per il trasporto pubblico: traghetti autonomi a zero emissioni per il trasporto di persone lungo i corsi d'acqua.

Erik_Dyrkoren_-_2020_square.jpg

Erik Dyrkoren, amministratore delegato, Zeabuz

“Quando presentiamo il nostro concept alle principali autorità urbane di tutto il mondo, la risposta è quasi sempre del tipo –Perché non ci abbiamo pensato prima?–”

Erik Dyrkoren è l’amministratore delegato di Zeabuz, un’azienda norvegese che produce traghetti autonomi a zero emissioni per il trasporto pubblico nelle città. Crede che ci sia una soluzione ovvia, ma non sfruttata, per molti problemi di trasporto urbano e che sta proprio nei corsi d’acqua.

“Il trasporto di persone su strada, in particolare di automobili, è molto inefficiente in termini di spazio. Quasi ogni città del mondo sta lottando contro il congestionamento del traffico. Non è un problema risolvibile costruendo strade più grandi. Inoltre le infrastrutture per le metropolitane e i tram sono costose. Ma mentre le strade sono congestionate al limite, i fiumi e i corsi d'acqua sono estremamente sotto sfruttati per il trasporto”.

Zeabuz e diverse altre aziende innovative norvegesi cercano di cambiare tale situazione. La loro visione: una flotta di traghetti elettrici completamente autonomi che trasportano le persone lungo i numerosi corsi d'acqua urbani del mondo.

Vuoi saperne di più sulle opportunità commerciali del trasporto pubblico sull’acqua?

Contatto

jana_square2.jpg
Jana Mennig
Senior Advisor, Innovation Norway

Il trasporto pubblico acquatico a zero emissioni riduce i costi e fa risparmiare tempo

“Vogliamo usare le vie navigabili per facilitare gli spostamenti, senza considerarle una soluzione costosa”, dice Ketil Solvik-Olsen, amministratore delegato di Hydrolift Smart City Ferries. Come la Zeabuz, anche questa azienda sviluppa traghetti autonomi a zero emissioni per il trasporto pubblico sull'acqua.

“I traghetti generalmente vengono costruiti su misura per ogni cliente specifico. Questo li rende un investimento costoso. Il nostro obiettivo consiste nel realizzare dei traghetti piccoli ed efficienti, senza emissioni, che siano disponibili più o meno in modo preconfigurato”, spiega.

“Ci stiamo avvicinando alla fase in cui i traghetti elettrici, su piccola scala e a guida autonoma sono tecnologicamente ed economicamente realizzabili. Vogliamo industrializzare tutto per ridurre i costi. La nostra esperienza nella costruzione di barche ridurrà il costo del traghetto in sé. Inoltre, applicando tecnologia e automazione per ridurre il rapporto dipendenti per cliente, la realizzazione dei traghetti diventerà molto più economica. In questo modo, permetteremo a più città di utilizzare i corsi d'acqua”, sottolinea inoltre Ketil Solvik-Olsen.

ketil_solvik_olsen-590x590-1.jpg

Ketil Solvik-Olsen, amministratore delegato, Hydrolift Smart City Ferries

“Semplificando l'uso dei corsi d'acqua, non credo che la gente ci penserà due volte a utilizzarli”.

Hydrolift promette una soluzione integrata di traghetti senza emissioni, nei quali si includono soluzioni intelligenti di ricarica in banchina e diverse operazioni autonome e di integrazione con i sistemi intelligenti delle città. Nella loro forma più semplice, questi piccoli traghetti che attraversano da sponda a sponda il fiume forniscono un'alternativa all'uso dei ponti, riducendo significativamente il tempo necessario ai pedoni per spostarsi in città. Questo è già utile di per sé, ma Solvik-Olsen sottolinea che i corsi d'acqua offrono un ulteriore grande potenziale per espandere significativamente la portata delle infrastrutture pubbliche.

“Ad esempio, se si sta sviluppando una nuova area residenziale appena fuori dal centro della città, probabilmente si dovranno costruire nuove strade o almeno migliorare le infrastrutture esistenti. Con la crescita dell'attenzione al trasporto sostenibile, le piste ciclabili, ad esempio, stanno diventando un requisito indispensabile. Si tratta di progetti costosi, che possono essere integrate o sostituite se si riescono ad offrire buone soluzioni di mobilità sostenibile sui corsi d'acqua vicini, riducendo significativamente i costi e, allo stesso tempo, migliorando la flessibilità e le opzioni di viaggio”.

Oltre alle autorità pubbliche, c'è un altro gruppo che Solvik-Olsen dovrà convincere a salire a bordo del trasporto sostenibile sull’acqua: gli stessi residenti delle città.

“La gente tende ad adattarsi rapidamente alle modalità di trasporto migliori e più pratiche. In passato le automobili hanno dato alle persone la flessibilità e la disponibilità che volevano. Ma quando si offre la stessa flessibilità e disponibilità con il trasporto pubblico, la maggior parte accetta il cambio”.

“Un esempio: è esattamente quello che abbiamo visto più o meno nel corso dell’ultimo anno in Norvegia, quando è esploso l'uso di scooter elettrici noleggiabili nelle città norvegesi”.

Hydrolift Smart City Ferries è ora impegnata nella costruzione di prototipi e nella creazione di progetti pilota. “Stiamo adottando un approccio graduale, migliorando ed espandendo le nostre soluzioni e servizi man mano che procediamo. Non rivoluzioneremo l'industria dei traghetti da un giorno all'altro, ma abbiamo una significativa esperienza tecnologica e industriale a bordo e sappiamo chiaramente dove siamo diretti”.

Solvik-Olsen riconosce che il livello di guida autonoma consentito o desiderato può variare da paese a paese, pertanto il traghetto inizialmente sarà lanciato con un comandante a bordo.

“Stiamo aumentando la guida autonoma gradualmente, man mano che i regolamenti e l'accettazione da parte delle persone crescono. Così, mentre i nostri primi traghetti saranno “solo” fortemente automatizzati, sono fiducioso che entro sette-otto anni potremo disporre di una flotta di imbarcazioni completamente autonome in funzione”.

Hydrolift_White Swan_cropped.jpg

Il White Swan (cigno bianco) di Hydrolift Smart City Ferries.

Traghetti autonomi prenotati con il tocco di un pulsante

L'idea di base di Zeabuz è aumentare la facilità, l'efficienza e la sostenibilità del trasporto sull’acqua, integrando le infrastrutture di trasporto pubblico esistenti.

“Con la nostra soluzione, i passeggeri saranno in grado di prenotare il traghetto premendo un pulsante, come se fosse un ascensore. Nella prima fase si sposterà avanti e indietro tra due fermate fisse sulle sponde opposte del fiume ma, a lungo termine, probabilmente aggiungeremo una maggiore flessibilità”, spiega Dyrkoren.

La soluzione di Zeabuz includerà anche strutture di attracco e ricarica.

“Ci sforziamo per rendere le nostre strutture di attracco quanto più ridotte possibili e non intrusive. L’obiettivo è un’installazione semplice per i nostri clienti con la necessità di poche infrastrutture aggiuntive”.

Mentre i passeggeri salgono a bordo, i traghetti Zeabuz si collegano automaticamente alla banchina di ricarica.

“Con brevi periodi di ricarica automatica, ci assicuriamo che il servizio possa funzionare a lungo e senza interruzioni”.

In termini di accettazione da parte degli utenti, Dyrkoren concorda con Solvik-Olsen sul fatto che la gente tende ad adattarsi rapidamente alle nuove modalità di trasporto.

“Ma non dobbiamo sottovalutare l'estetica”, avverte Dyrkoren. “Se i traghetti sembrano ingombranti o antiquati, la gente potrebbe rifiutare l'idea. Per questo abbiamo investito molte risorse sul design dei nostri prodotti”.

Il secondo prototipo di Zeabuz, in costruzione presso l'Università norvegese di Scienza e Tecnologia, sarà usato come piattaforma di prova durante il processo di commercializzazione. Entrerà in servizio in un progetto pilota nella città di Trondheim nella primavera del 2021.

“Si tratterà del primo progetto di questo tipo in tutto il mondo! Non vediamo l'ora di collaudare diversi aspetti del nostro concept. Dialoghiamo costantemente con altre città per creare ulteriori progetti pilota. Anche se questi progetti inevitabilmente coinvolgono qualche forma di supervisione umana, stiamo lavorando per mettere a punto un sistema in grado di funzionare in modo completamente autonomo. È questa la vera svolta: un comandante di traghetti digitale e certificabile”, conclude Dyrkoren.

Zeabuz_dock_cropped.jpg

I traghetti di Zeabuz si collegheranno automaticamente alla banchina di ricarica.

ITS World Congress: il più grande evento mondiale sulla mobilità intelligente

Sia i traghetti di Zeabuz che quelli di Hydrolift Smart City saranno presenti al ITS World Congress, in programma ad ottobre 2021 ad Amburgo.

Il congresso è il più grande evento al mondo che si occupa di soluzioni di mobilità intelligente e digitalizzazione dei trasporti, con oltre 15.000 persone tra visitatori, rappresentanti di aziende e operatori del settore.

Include sessioni dal vivo con esperti del settore ITS, così come un’area espositiva e dimostrazioni di tecnologie all'avanguardia.

Vuoi saperne di più sulle opportunità commerciali del trasporto pubblico sull’acqua?

Contatto

jana_square2.jpg
Jana Mennig
Senior Advisor, Innovation Norway